Primo soccorso ai bebè

Primo soccorso ai bebè

Primo soccorso sui bambini al di sotto di un anno di età.

I bambini piccoli sono a rischio di soffocamento a causa dell’ingestione di oggetti piccoli nella bocca o di cibo che rimane bloccato nel cavo orale.

Farsi trovare impreparati in una simile evenienza, è la peggior cosa che possa succedere perché il tempismo e le giuste manovre permettono di eliminare il blocco e consentire al bimbo di riprendere a respirare tramite respirazioni a bocca a bocca o compressione del torace.

In un bambino incosciente, i muscoli della gola si rilassano con più facilità e la lasciano le vie respiratorie sufficientemente aperte per praticare la respirazione artificiale.

Sintomi

Ci si accorge che un bambino sta soffocando perché tossisce, appare in difficoltà, diventa debole, smette di respirare oppure non riesce a piangere o emettere altri suoni.

Quando la respirazione artificiale non ha successo, si può passare alla compressione toracica per eliminare l’oggetto.

Sequenza

– controllate la sua bocca, ed estrarre l’oggetto con la punta delle dita. NON muovete il dito in senso orizzontale nel tentativo di trovare l’oggetto perché potreste muoverlo e metterlo in una posizione ancora più pericolosa.

– prendilo per le gambe e mettilo a testa in giù, dagli dei colpi sul centro della schiena se il corpo estraneo non è uscito in questo modo, passa al gradino successivo.

-mettilo su un piano duro e pratica di delle compressioni sopra l’ombelico mettendo la mano a pugno circondata dall’altra mano e spingendo contemporaneamente verso l’alto e verso l’interno in modo da determinare un aumento della pressione interna verso il torace e facilitare l’espulsione, continuando in questo modo fino all’arrivo del 118.

Prevenzione

anche se il bambino è attentamente sorvegliato da un adulto, il rischio di soffocamento nei neonati è presente e la prevenzione come sempre, si dimostra la miglior cura.

    • Per evitare il soffocamento a causa del rigurgito, non mettere il bambino a dormire a pancia in giù o su un fianco ma scegliere la posizione supina. Un bambino che sta per avere un rigurgito, gira spontaneamente la testa da una parte, lato che dovrà essere completamente libero per permettergli di respirare.
    • Oggetti che coprono il naso e la bocca di un neonato sono pericolosi perché bloccano l’ingresso dell’aria. Non mettete le lenzuola all’altezza della bocca del bambino, peluche, giocattoli di stoffa o di piccole dimensioni, cuscini o qualsiasi altro oggetto su cui il viso del bambino potrebbe posarsi e rischiare di non riuscire più a respirare.
    • Quando allargate il buco della tettarella per far scendere il latte più velocemente, non esagerate perché si liquido e superiore a quello che il bambino riesce a ingoiare questo, lo predispone a un grave rischio di soffocamento.
  • Un bambino nei pressi di una tavola può inaspettatamente mettersi dei piccoli pezzi di cibo in bocca. Assicuratevi che questi siano lontani dalla sua portata.

Quando un bambino diventa cianotico, farvi prendere dal panico non aiuta certamente. Organizzati per frequentare un corso di primo soccorso che vi consentirà di avere le nozioni fondamentali per salvare la vita ai vostri cari.

Leave a reply